Emanata l’ordinanza N° 96 che individua gli spazi nei quali è necessario indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie.

E’ obbligatorio dalle 18 alle 6 in tutto il territorio comunale, all’aperto, in caso di verificarsi di assembramenti e nel caso di impossibilità di mantenimento della distanza di un metro anche in considerazione delle caratteristiche fisiche dei luoghi. Si precisa e si ribadisce che la norma è applicabile a tutto il territorio comunale e che le aree individuate con l’ordinanza n. 96 del 21 agosto, sono le aree in cui per le caratteristiche fisiche e di episodi precedenti hanno già visto il verificarsi di fenomeni di assembramento e per le quali, pertanto, si chiede la massima collaborazione di tutti i cittadini con maggiore attenzione e maggior senso civico nel rispettare l’uso delle mascherine.Le zone individuate sono le seguenti: Piazza Martiri della Libertà e Vicoli adiacenti; Piazza Garibaldi e Vicoli adiacenti; Piazza Mazzini; Piazza Soprammuro; Piazza Dante; Largo AVIS Giardini Pubblici; Corso Piave; Corso Italia ; Via Don Bosco; Via Bersaglieri; Via R. Calai; Via F. Storelli; Via della Rocca.L’elenco, tuttavia, non è da considerarsi esaustivo in ragione dell’onnicomprensività dell’obbligo previsto dall’ordinanza ministeriale in tutte le aree all’aperto che presentino caratteristiche fisiche tali da rendere “più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale”. Resta fermo, inoltre, quanto prescritto nella suddetta ordinanza ministeriale in ordine all’uso obbligatorio delle protezioni delle vie respiratorie, anche all’aperto, dalle 18 alle ore 6 negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico ove possano formarsi assembramenti anche di natura spontanea e occasionale